Se il verbale è incompleto il mediatore può essere chiamato dal Giudice a testimoniare

Tribunale di Udine, Ordinanza 8 marzo 2018 GOP Avv. Fabio Fuser



Per il Tribunale di Udine, l’obbligo di riservatezza, non si applica alla fase di identificazione delle parti che si svolge all’inizio dell’incontro di mediazione, precisando che, se la prova verte sulle modalità di partecipazione alla mediazione e sullo svolgimento della stessa, esulando, quindi,  dal  merito della lite, è consentita l’ammissione della prova orale anche del mediatore;

il tutto, dice il Tribunale friulano, per accertare, l’effettiva  partecipazione delle parti al procedimento di mediazione tutte quelle volte in cui il verbale di mediazione risulti lacunoso ed il mediatore non abbia correttamente e dettagliatamente trascritto tutte le circostanze inerenti la partecipazione dei soggetti.

Tribunale_Udine_ordinanza_7_marzo_2018

Previous IL RITARDO DEL TRENO DETERMINA SOLO IL RISARCIMENTO DANNI PATRIMONIALI
Next Gli investimenti rischiosi, operati dal cliente, impongono alla Banca una puntuale e adeguata informativa

You might also like