Patente di guida: In caso di rifiuto ad eseguire il test antidroga, scatta la sospensione

In fase di accertamento dell’assunzione di sostanze stupefacenti durante la guida, il rifiuto di sottoporsi a visita, ha come conseguenza immediata, la sospensione della patente; asserisce la suprema corte, con ordinanza del 22 novembre 2017 n. 27825, che: “Trattasi all’evidenza di misura di carattere preventivo e natura cautelare, che trova giustificazione nella necessità di impedire che, nell’immediato, il conducente del veicolo che non abbia rispettato l’obbligo di sottoporsi a visita medica, possa con la sua condotta arrecare pregiudizio o porre in pericolo altri soggetti”.


Previous Art 2051 c.c.: come deve essere la condotta della vittima per far emergere il caso fortuito Corte cassazione del 31/10/2017
Next Telecomunicazioni: obbligo di conciliare anche per i ricorsi monitori

You might also like