Modello di Discorso introduttivo del Mediatore/Conciliatore

DISCORSO INTRODUTTIVO DEL MEDIATORE/CONCILIATORE


 

Sono, L’ Avv. ………, ma in questa sede non svolgerò tale funzione, bensì sono stato nominato dalla Camere di Conciliazione di_____per svolgere il ruolo diverso di mediatore.

Si chiaro che non sarò, né un giudice, né un arbitro ed il il mio compito qui, non sarà assolutamente quello di risolvere la questione che avete portato a questo incontro o di fornirVi pareri giuridici o di attribuire torti e ragioni, ma solamente e quello di aiutarVi ad intraprendere un percorso di dialogo e di comprensione reciproci mediante una procedura cooperativa ed molto informale, nel speranza di ricercare concordemente una possibile intesa che sia, per Voi reciprocamente soddisfacente.

Sarò quindi un facilitatore della Vostra comunicazione, Vi assisterò nella trattativa e nell’individuare i problemi i cui parlare, ma Vi ricordo che solo Voi resterete i veri protagonisti di questa procedura di mediazione e che potrà terminare con una intesa solo nel caso in cui sarete Voi a deciderlo e, soprattutto, nei termini che insieme deciderete insieme; il successo di questo tentativo dipenderà quindi esclusivamente dalla Vostra volontà di cooperare in maniera attiva e propositiva per trovare insieme la migliore soluzione al problema che Vi accomuna.

Sono assolutamente imparziale sia rispetto a Voi, nel senso che non ho alcun coinvolgimento nei rapporti con ognuno di Voi, sia rispetto alla questione da Voi portata in mediazione;Vi assicuro che questa mia posizione di neutralità resterà ferma per tutta la durata della procedura di mediazione e, se doveste riscontrare problemi rispetto a questo punto, Vi prego di farmelo immediatamente presente. Prima di procedere ad ascoltarvi, ritengo opportuno fornire alcuni elementi e le modalità operative con cui andrà avanti il presente procedimento di mediazione. La conciliazione è, per sua intrinseca natura un procedimento informale ed estremamente flessibile, tesa esclusivamente all’interesse delle parti.E’poi un procedura totalmente riservata, nel senso che tutte le dichiarazioni, informazioni e documenti che ciascuno di Voi porterà a questo incontro non potranno essere diffusi od utilizzati da nessuno, né tanto, meno potranno essere utilizzati all’interno del procedimento, senza la Vostra espressa autorizzazione. Questa riservatezza resterà garantita anche nell’eventualità che, dopo questa sessione congiunta iniziale, io decida di incontrare ciascuno di Voi separatamente, nell’ambito delle sessione private che andrò a disporre valutandone la durata, che, si chiaro, resterà la medesima con ognuno di Voi.

Come ho già detto pur essendo una procedura informale, prima di dare ascolto alle vostre osservazioni mi preme fissare alcune regole di comportamento utili a garantirne lo svolgimento ottimale dell’incontro: ciascuno di Voi avrà un intervallo di tempo a disposizione per esporre il proprio punto di vista, durante questo tempo vi chiedo la cortesia di non interrompervi a vicenda, ma potrete, nel frattempo, appuntarVi eventuali note o precisazioni nei fogli che Vi abbiamo messo a disposizione, per poi illustrarle durante il Vostro turno di parola. Anch’io potrò prendere appunti, ma non si tratta di un verbale, bensì di un aiuto alla mia memoria, al fine di non perdere qualcosa di importante che mi potreste riferire e comunque verranno, da me, personalmente, distrutti al termine dell’incontro. Credo non sia necessari ricordarVelo, ma vi prego di mantenere sempre il dialogo in toni di correttezza e rispetto reciproco ( e per far sì che questo accada chiedo anche un aiuto ai colleghi avvocati qui presenti).

La procedura si considererà, in ogni caso, conclusa quando, una delle parti decide di abbandonare la procedura, oppure viene raggiunta una intesa scritta o qualora venisse riscontrata l’impossibilità di raggiungere un accordo, in questo caso se lo riterrò opportuno Vi formulerò una proposta, che potrete anche chiedermi in caso di mancato accordo; in tale evenienza sarà mia premura spiegarVi modalità e relative conseguenze.

Qualsiasi accordo verrà raggiunto al termine della procedura è da considerarsi giuridicamente vincolante se redatto in forma scritta e sottoscritto da Voi o dai Vostri rappresentanti e potrà assumere efficacia di titolo esecutivo con il relativo verbale depositato in Tribunale per l’omologazione.

Detto questo se non avete altre domande su quanto appena esposto, possiamo iniziare ad ascoltare come siete giunti fino al tentativo di mediazione, dando la parola a….

 

Previous Dichiarazione di imparzialità del Conciliatore/Mediatore
Next dichiarazione di riservatezza

You might also like